Crostatine del buonumore

crostat buonu

Ecco la ricetta di queste crostatine “integrelmente vegane”,

piacevolmente friabili e gustose senza uova o latticini, né polveri raffinate. Con queste crostatine sono arrivata alla finale del concorso Fornelli mancini che si svolgerà il 3 Maggio a Lecce. La ricetta è nata dopo una giornata di studio “nero”, una di quelle in cui chi fa il mio stesso percorso professionale prima o poi si imbatte: “ non ce la farò mai, ma chi me l’ha fatto fare?”! Con la voglia di riuscire in una “impresa” della quale potessi verificare subito l’esito, ho pensato subito di portare un po’ di primavera nel piatto utilizzando delle rosse fragole profumate insieme al loro partner perfetto da sempre, il cioccolato fondente! Dopo qualche proporzione, qualche calcolo aritmetico e qualche accorgimento chimico, la mia frolla era in frigo, quindi in forno! La casa inebriata dal profumo magico che mi ha fatto molto ben sperare nella riuscita! Farcita con la crema al cioccolato budinosa ed infine le fragole. Il tutto a suon di “Mica Van Gogh” di Caparezza, canzone che oltre a dare la carica, con un verso lancia un monito sull’alimentazione: Van Gogh “mangiava tubi di colore ed altre cose assurde, probabilmente meno tossiche” dei cheeseburger di oggi! Ed è così che la mia giornata “nera” è subito diventata colorata e dolcemente primaverile! Il giorno dopo ne stavo preparando delle altre, non perché fosse di nuovo una giornata “nera” ma semplicemente perché le prime si erano già volatilizzate!

crostat buonun

Ingredienti per 5 crostatine:

Per la frolla:
– 150 g di farina integrale;
– 50 g di farina di mandorle;
– 60 g di zucchero di canna mascobado;
– 50 g di olio extravergine d’oliva delicato o di semi di girasole spremuto a freddo;
– 35 g di latte di soia;
– 10 g di grappa o vino bianco;
– 1 cucchiaino di buccia grattugiata di limone non trattato;
– 1 pizzico di sale integrale;
– 1 cucchiaino raso di bicarbonato.

Per la crema:
– 300 g di latte di soia;
– 225 g di cioccolato fondente al 70 %;
– 60 g di zucchero di canna mascobado.

In più…
-13 fragole;
– olio extravergine d’oliva e farina integrale per gli stampini.

Preparazione:

Per la crema, scaldate il latte di soia in un pentolino e lasciatelo bollire per 4-5 minuti. Aggiungete quindi lo zucchero e il cioccolato spezzettato mescolando subito con una frusta. Tenendo il fuoco al minimo, continuate a mescolare velocemente finchè tutti i pezzi di cioccolato si saranno sciolti, quindi spegnete e lasciate raffreddare coprendola parzialmente con un coperchio.

Per la frolla, in una ciotola miscelate le due farine (è preferibile preparare la farina di mandorle al momento per mantenerne il sapore inalterato) e lo zucchero. Aggiungete quindi l’olio e amalgamate bene gli ingredienti con un cucchiaio per ottenere un composto sabbioso. Aggiungete il sale, il bicarbonato, la buccia di limone e mescolate. Versate i liquidi e procedete impastando il tutto.

Fate riscaldare il forno a 200° C. Oleate ed infarinate gli stampi, ricavate cinque pezzi di impasto uguali e stendeteli direttamente negli stampini con le mani in modo uniforme. Forate il fondo e i bordi con una forchetta, rivestite con dei pezzi di carta da forno ogni crostatina e riempitele con le apposite biglie di ceramica o con dei ceci secchi. Infornate e lasciate cuocere per 15 minuti; rimuovete la copertura e lasciate cuocere per altri 10 minuti. Togliete dal forno e lasciate raffreddare negli stampi. Una volta fredde, estraete le crostatine dagli stampi e riempitele con la crema al cioccolato ormai fredda, quindi disponete le fragole lavate, asciugate e tagliate a fettine.

Buon dolce a tutti!

Consigli:

Potete preparare le basi delle crostatine anche prima e riporle in un contenitore chiuso nel frigo. Stessa cosa per la crema. E all’occorrenza potrete farcire la vostra crostatina ben friabile come appena preparata!

Alla prossima ricetta,

Alessia! :-)

( Seguimi anche su Facebook, InstagramTwitter e Youtube)

crostat buonunum
crostat buon

English version

Here is the recipe of these vegan tarts, pleasantly crumbly and tasty, without eggs or dairy products. After a very tough day of study, I really needed something “chocolatey”, tasty and easy and fast to prepare…so I came out with this recipe! And I got what I was looking for!

Ingredients for 5 tarts:

For the pastry:
– 150 g of whole wheat flour;
– 50 g almond flour;
– 60 g of mascobado cane sugar;
– 50 g of extra virgin olive oil mild or cold-pressed sunflower seeds;
– 35 g of soy milk;
– 10 g of brandy or white wine;
– 1 teaspoon grated lemon peel untreated;
– 1 pinch of whole rooms;
– 1 teaspoon baking soda satin.

For the cream:
– 300 g of soy milk;
– 225 g of dark chocolate 70%;
– 60 g of mascobado cane sugar.

More…
-13 Strawberries;
– Extra virgin olive oil and whole wheat flour for the molds.

Preparation:

For the cream, heat the soy milk in a saucepan and let it boil for 4-5 minutes. then add the sugar and the chopped chocolate, stirring quickly with a whisk. Using heat to low, continue stirring quickly until all the chocolate pieces have melted, then turn off and let it cool partially covering it with a lid.

For the pastry, in a bowl mix the flours (it is preferable to prepare the ground almonds to time to keep the flavor intact) and sugar. Then add the oil and mix the ingredients well with a spoon to get a sandy mixture. Add salt, baking soda, lemon zest and stir. Pour the liquid and proceed by mixing the whole.

Pre-heat the oven to 200 °C. Grease and flour the molds, extracted five pieces of dough and roll it the same directly into the molds by hand evenly. Perforate the bottom and the edges with a fork. Cover with parchment paper pieces each tart and fill with the appropriate ceramic balls or dried chickpeas. Put in the oven and cook for 15 minutes; remove cover and cook for another 10 minutes. Remove from oven and let cool in the molds. When cool, remove the tarts from the molds and fill with cream now cold chocolate, then place the strawberries washed, dried and cut into slices.

Good sweet everybody !

Tips:

You can prepare the basis of tarts and keep them in a closed container in the fridge. You can do the same for the cream. And if necessary you can fill your crumbly tart well as freshly prepared!

See you on next recipe,

Alessia! 🙂

( Follow me also on: Facebook, InstagramTwitter e Youtube)

 

crostat buonunu

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...